Testimonials

Non aĺlungo mai i percosi ma quando sono in zona non riesco a non fare una deviazione...
Devo "vivere" questo spazio per la sua meravigliosa atmosfera.
Sapore genuino. Gusto per la lettura, lo studio e il cibo.
Una "perla", rara.

Iris Brisolin, https://www.facebook.com/i.brisolin/posts/10210408713368499:0

È bello trovare sotto ad un portico una porta altra dalla città. Ci sono entrata solo per proporre un reading poetico e mi son trovata in una dimensione calda, accogliente e magica. Il mondo che non vedo, in realtà, ha una visione del sogno e delle parole che sa di coccola e sorrisi. È da gustare lentamente...forse un bel posto anche per scrivere...non solo per leggere e leggersi
Potrei sempre cominciare a poetare da quelle parti...a presto

Marta Telatin, https://www.facebook.com/marta.telatin/posts/10212072669841371:0

Il 15 novembre 1915, Adrienne Monnier aprì la libreria La Maison des Amis des Livres, al numero 7 di rue de l'Odéon, a Parigi, dove svolse anche l'attività di prestito di libri e dove organizzò sedute di lettura pubblica.

Adrienne Monnier vi accolse numerosi scrittori: Paul Fort, Paul Valéry, Pascal Pia, Jules Romains, James Joyce, Louis Aragon, Ezra Pound, Charles Vildrac, Georges Duhamel, Ernest Hemingway, Jacques Lacan, Francis Scott Fitzgerald, Léon-Paul Fargue, André Gide, Walter Benjamin, Nathalie Sarraute, Valery Larbaud, André Breton, Jacques Prévert e musicisti, in particolare Francis Poulenc e Erik Satie..

Adrienne Monnier, Scrittrice, editrice e poetessa francese