Convergenze – Tendenze e stili della poesia contemporanea

Due giorni di incontri organizzati dal CEST e La Balena Bianca per costruire una mappa della sfaccettata scena poetica contemporanea. Crtici e poeti disuteranno di poetiche, stili e temi che oggi definiscono il panorama poetico e proveranno a individuare convergenze fruttuose, attraverso snodi significativi che riuniscano distinte prospettive di approccio alla materia.

Convergenze propone quattro momenti di approfondimento e incontro con la cittadinanza, in due giornate. Il primo giorno, i due panel verteranno sul rapporto della poesia con la Storia, tra età del riflusso e ritorno al reale, e sul ruolo delle forme metriche tradizionali nella poesia contemporanea; il secondo giorno, invece, rispettivamente sulla questione della lingua nella poesia contemporanea e sulle genealogie che la influenzano. I nomi inclusi nel programma, scelti tra autori affermati, esordienti e giovani ricercatori, consentono un dialogo aperto in uno spettro generazionale il più ampio possibile.

Primo giorno, venerdì 8 giugno, 18:00-21:00
La Storia e l'esperienza
Intervengono Massimo Bocchiola (poeta, critico e traduttore), Giovanna Frene (poetessa e critica letteraria), Vincenzo Frungillo (Klaus Dante VF, poeta e critico letterario)
Modera Gregorio Tenti (CEST)

Metrica e stile
Intervengono Simona Menicocci (poetessa), Giacomo Morbiato (critico letterario), Giulio Mozzi (poeta e scrittore)
Modera Marco Malvestio (CEST)

Secondo giorno, sabato 9 giugno, 18:00-21:00
La questione della lingua
Intervengono Marco Scarpa (poeta), Matteo Marchesini (poeta e critico letterario), Giovanni Turra (poeta e critico letterario)
Modera Roberto Batisti (La balena bianca)

Genealogie
Intervengono Simone Burratti (poeta), Giusi Montali (poetessa), Francesco Maria Terzago (poeta)
Modera Alessandro Mantovani (La balena bianca)

L'appuntamento nasce dalla collaborazione tra il CEST - Centro per l'Eccellenza e gli Studi Transdisciplinari, e la rivista online La Balena Bianca, entrambe realtà impegnate da tempo nella divulgazione della ricerca accademica presso un pubblico più ampio.