Etica ed Etnopsichiatria – Presentazione

Presentazione di ETICA ED ETNOPSICHIATRIA (Imprimitur Editrice)
di e con
Francesco Spagna, Simone Barbagallo, Guendalina Cragnolini, Francesca Sansone, Valeria Manghina, Giulia de Lucia, Elisa Daniel, Elisa Di Giulio, Jocelyne Haddad Chemla, Daniel Delanoë, Malika Mansouri

Le persone che hanno contribuito al volume non sono solo antropologi, psicologi o professionisti già precisamente inquadrati. Sono anche persone che hanno provato a mettersi sui percorsi teorici dell’antropologia culturale e dell’etnopsichiatria per poi trovarsi “sul campo” della realtà multiculturale, realtà in continua trasformazione, che sta profondamente ridisegnando il nostro Paese e il nostro “mondo”. Si trovano “sul campo”, spesso, dalla prospettiva di educatrici ed educatori, psicologhe o psicologi in formazione che hanno scelto di fare riferimento al metodo etnografico. Etnopsichiatria è qui intesa nella giustapposizione dei tre termini del greco antico: Ethnos / Psyche / Iatreia e nella volontà di esporsi a una “uscita” transdisciplinare, a partire dalla storica interlocuzione tra psicanalisi e antropologia culturale.

L’auspicio è di sviluppare quella serendipità, quella capacità, curiosa e consapevole, di scoprire il nuovo laddove risulta a volte imperante il categorizzato, di lasciare aperto il varco al sopraggiungere di nuove conoscenze, che possano arricchire il nostro bagaglio.