L’emancipazione Delle Donne Nel Sistema Socialista Jugoslavo

L'EMANCIPAZIONE DELLE DONNE NEL SISTEMA SOCIALISTA JUGOSLAVO - Incontro

Interviene: Katarina Lazic

La donna in Jugoslavia: partigiana, casalinga, madre, lavoratrice, operaia, studentessa, rivoluzionaria, attiva in politica e partecipe nella creazione del nuovo uomo socialista autogestito in Jugoslavia.
L’emancipazione femiminile in Jugoslavia è iniziata dopo la seconda guerra mondiale per l’affermarsi nel 1945, l’anno in cui le donne parteciparono alle elezioni politiche e acquisirono il diritto di voto, ma fu iniziata già dagli anni della loro partecipazione nella guerra.
Nel dopoguerra l’opinione pubblica ha aiutato l’emancipazione femminile sostenuta dalla notevole scolarizzazione delle donne soprattutto grazie al Movimento antifascista femminile (Antifašistički Narodni Front). Con questo, le donne sono riuscite anche a diventare parlamentari e ricoprire importanti incarichi nell’amministrazione dello stato.
L’intervento con questo tema ha come l’obiettivo di raccontare il processo dello sviluppo emancipatorio della condizione e “questione femminile” in Jugoslavia e della lotta per il riconoscimento della sua identità personale e sociale.