Sigmund Freud. La Passione dell’Ingovernabile. Silvia Lippi

Lunedì 29 Aprile ore 17.00

Presentazione di
Sigmund Freud. La passione dell'ingovernabile. di Silvia Lippi

Discutono con l'autrice:
Dott. Marco Lottici, Psicoterapeuta - ParolePsiche Padova
Dott.ssa Concetta Elena Ferrante, Psicoterapeuta -Jonas Milano

“Quale psicoanalista non desidera scrivere su Freud e
non trema all’idea? E quale psicoanalista, indipendentemente dalla dottrina,non è l’erede del fondatore della psicoanalisi?”

Cosa significa essere eredi di un insegnamento?

Silvia Lippi ci coinvolge ed accompagna nell'affrontare i temi centrali dell’opera del fondatore della psicoanalisi.

Il genio di Freud è largamente riconosciuto non solo nel campo della psicoanalisi. [...] quello che colpisce nella sua opera è l'anticonformismo, che si traduce in un'audacia teorica mai provocatoria e sempre razionale. Freud scopre l'Edipo scrivendo sul sogno poco dopo la morte di suo padre. Afferma che la sessualità determina la vita umana. E colloca all'origine della vita sessuale un desiderio ingovernabile che chiama "pulsione". Malgrado la cattiva reputazione di cui egli gode all'interno del movimento femminista e fra i sostenitori delle 'gender theories, Freud ha sempre considerato tutte le forme della sessualità, a cominciare da quella del bambino, come possibili e assolutamente accettabili. Questa sua rigorosa laicità è stata ed è ancora oggi rivoluzionaria». Se Freud ha ispirato molte delle grandi menti del ventesimo secolo, come Claude Lévi-Strauss, Gilles Deleuze e Jacques Lacan, Silvia Lippi procede in senso inverso, rileggendo i concetti della psicoanalisi alla luce delle loro teorie, al fine di mostrare, ancora una volta, l'audacia e la piena attualità del progetto freudiano. Edipo, pulsione, rimozione, angoscia, trauma, sintomo: ecco le nozioni che fondano la teoria dell'inconscio di Freud, dove la determinazione sessuale si intreccia con il fenomeno del linguaggio. È appunto questa relazione enigmatica a esplodere in ogni esperienza umana e in ogni sintomo, e di conseguenza a costituire il cuore di ogni cura psicoanalitica.

Silvia Lippi: Laureata in filosofia e in psicologia, è psicoanalista, affiliata all’associazione Espace analytique di Parigi, e psicologa all’ospedale psichiatrico Barthélémy Durand d’Etampes. È ricercatrice presso l’Università di Parigi 7 e docente titolare dell’IRPA, Istituto di Ricerca di Psicoanalisi Applicata, nelle sedi di Milano e Grottammare.

Ingresso libero

Organizzato da:
ParolePsiche - Studio di Psicologia e Psicoterapia Padova in collaborazione con Il mondo che non vedo